Employer Branding: perché farlo e strategie vincenti

Se una volta erano esclusivamente i candidati a dover impressionare le organizzazioni per cui volevano lavorare, oggi il rapporto azienda-dipendenti è quasi paritario; anzi, nella maggior parte dei casi, è l’azienda che ha bisogno di attrarre e fidelizzare le risorse e di mantenerle nella propria squadra. Per ottenere tutto questo, è necessario impostare efficaci strategie di employer branding: scopriamo nel dettaglio perché e come metterle in atto.

Che cos’è l’Employer Branding

L’Employer Branding è la reputazione di un’azienda dal punto di vista dei dipendenti, ossia la somma di fattori come luogo di lavoro, ed esperienza lavorativa: retribuzione, clima aziendale e rapporti tra colleghi, collaborazione e team working, leadership etc..

Una strategia di Employer Branding realizzata efficacemente, permette all’azienda di valorizzarsi e rendersi interessante, non solo agli occhi dei candidati ma anche degli stessi dipendenti e, di conseguenza, dei clienti.

Questo è possibile grazie alla collaborazione di tutti, in particolare dei team HR, marketing, sales e leadership, che devono far sì che le risorse vivano e percepiscano l’ambiente migliore possibile in cui lavorare.

Questo è essenziale per:

  • Garantire l’attrazione e assunzione dei migliori candidati presenti sul mercato per un futuro di crescita e successo dell’azienda.
  • Come non esiste migliore pubblicità, a livello di marketing, di un consumatore soffisfatto, lo stesso vale per i lavoratori nei confronti dei candidati. Oggi giorno, dove ognuno di noi ha a disposizione molteplici canali di comunicazione, a volte anche nei confronti di un vasto pubblico, è sempre più importante garantire alle proprie risorse un’esperienza professionale positiva.

Perchè adottare una politica di Employer Branding?

Oggi è sempre più comune, prima di candidarsi, effettuare ricerche riguardo un’azienda.

É essenziale che un CEO o un HR manager riflettano se la propria azienda gode di buona fama tra gli stessi dipendenti e se è un buon posto dove lavorare.

Questo perchè una politica di Employer Branding, infatti, ha un impatto potente sui costi e sulla produttività di un’azienda, tra cui:

  • Diminuzione dei costi di assunzione
  • Riduzione del turn-over aziendale
  • On boarding più efficace
  • Incoraggiamento e maggior rendimento del team
  • Riduzione delle dimissioni a favore di un competitor

L’Employer Branding si può quindi considerare uno strumento utile all’azienda da molteplici punti di vista.

Come impostare una strategia di Employer Branding

Per delineare la propria strategia di Employer Branding, è fondamentale passare da degli step fondamentali, quali:

  • Porsi la domanda: “cosa voglio che pensino le persone della mia azienda?“. La risposta ti aiuterà a definire le attività e i canali della tua strategia di Employer Branding.
  • Valutare i contenuti con cui la tua azienda comunica: dal sito, alle brochure, fino ai social media, passando per il livello di tecnologia, gli eventi interni ed esterni.
  • Analizzare come viene percepita la tua azienda: scopri cosa pensano i dipendenti del vostro brand e da quali altri si sentono maggiormente ispirati.
  • Raccogliere feedback ed informazioni: com’è l’ambiente, i rapporti di lavoro tra colleghi e team.
  • Elaborare una strategia di comunicazione che coinvolga canali interni ed esterni. Il mondo digitale al giorno d’oggi è un fedele alleato in questo: utilizza le pagine social della tua azienda, pubblica offerte di lavoro di appeal, ingaggia i dipendenti più entusiasti e rendili brand ambassador.

Best practice per una strategia vincente

Siamo arrivati al cuore di questo articolo. Come imposto una strategia vincente di Employer Branding?

Ecco alcuni esempi di buone pratiche che sicuramente ti aiuteranno:

  • Gestisci la comunicazione della tua azienda coerentemente ai valori del tuo brand. 

Identifica i canali più adatti per parlare di te al tuo pubblico target e identifica di cosa vuoi e puoi parlare per raggiungere gli obiettivi prefissati. Ogni social network un suo linguaggio e dinamiche specifiche e il Marketing potrà supportarti in queste attività.

  • Incentiva il miglioramento continuo

La formazione e la crescita del tuo team sono ingredienti fondamentali per la ricetta del tuo successo e per costruire un brand forte come datori di lavoro. Sono diverse le organizzazioni che hanno creato vere e proprie accademie di formazione interne per i loro dipendenti. Valuta anche tu, se possibile, la possibilità offrire programmi di formazione e sviluppo ai tuoi talenti.

  • Crea rapporti di fiducia

Employer Branding significa, prima di tutto, essere sempre disponibili per i propri dipendenti, fornire loro le risorse e informazioni di cui hanno bisogno per svolgere al meglio il loro lavoro, guidarli nello sviluppo della propria professionalità, interessarsi alle loro inclinazioni e aspirazioni e coltivarle con loro. Ricorda che la base del successo professionale sta nelle relazioni interpersonali.

  • Prendi parte a una causa sociale e ambientale

La Corporate Social Responsibility, oggigiorno, non è più opzionale. I dipendenti, in quanto persone, preferiscono lavorare per aziende attente a cause sociali, siano esse ambientali, di diversity e inclusivity o legate ad altri temi.     

  • Segui i trend digitali e tecnologici

Un’azienda innovativa è un’azienda non solo aperta ma che guida il cambiamento, che non ha paura di sperimentare e che vuole offrire ai propri dipendenti e clienti solo il meglio, con soluzioni d’avanguardia.

…E poi?

Hai settato la tua strategia di Employer Branding, definito canali, azioni e contenuti: come calcolarne i risultati?

Esistono diverse metriche. Le più utilizzate sono:

  • La Retention Rate: il tasso di fidelizzazione dei propri dipendenti nel corso degli anni.
  • Il Talent Engagement: il tasso di risposta alle offerte di lavoro.
  • Quality of Hire: direttamente connessa al dato precedente, aumentare le application dei candidati giusti.

Quale sia la metrica più giusta per valutare la bontà della tua strategia dipende dal tipo di azienda cui appartieni, oltre che dal settore e dagli obiettivi prefissati a monte della strategia stessa.


Noi di Eurofirms ci impegnamo 365 giorni l’anno per offrire ai nostri talenti l’esperienza migliore possibile. Lavoriamo con il sorriso, assicuriamo crescita e sviluppo professionale, e garantiamo ambienti e posizioni di lavoro ideale, grazie alla nostra leadership con valori e alla nostra filosofia, di cui siamo precursori: il People First. Per questo motivo preferiamo considerarci Partner dei nostri clienti.

Vuoi conoscerci meglio? Scopri di più su di noi e sui nostri risultati trentennali!